Loading...

Test DNA Predisposizione genetica a Patologie Cardiovascolari

Art. 6qjCLUFa

€ 99.96 € 119.00

Test DNA Predisposizione genetica a Patologie Cardiovascolari

Che cos'è il test del DNA per la Predisposizione genetica a Patologie Cardiovascolari? 

Questo
test genetico analizza la predisposizione allo sviluppo di malattie
dell’apparato cardiovascolare, analizzando mutazioni nei geni del
Fattore V di Leiden, Fattore II e MTHFR C677T. 

Informazioni sul test del DNA per la predisposizione genetica a patologie cardiovascolari 

Le
malattie cardiovascolari sono ancora la principale causa di morte in
Italia, essendo responsabili di oltre il 40% di tutti i decessi. Chi
sopravvive ad un attacco cardiaco diventa un malato cronico.
La malattia modifica la qualità della vita e comporta notevoli costi
economici per la società. In Italia la prevalenza di cittadini affetti
da invalidità cardiovascolare è pari al 4,4 per mille (dati Istat). I
fattori di rischio cardiovascolari tradizionali (dislipidemia, fumo,
ipertensione) possono essere usati per la valutazione del rischio nella
popolazione generale. Questi fattori però da soli non coprono
completamente il rischio cardiovascolare. C'è quindi un notevole
interesse nell'uso di nuovi marcatori genetici per identificare le
persone che sono a rischio di sviluppare malattie cardiovascolari e che
potrebbero essere oggetto di misure preventive.
Le trombofilie ereditarie (predisposizione genetica alla trombosi) sono
un gruppo di patologie caratterizzate dalla tendenza a soffrire di
episodi trombotici. Si ha un evento trombotico, venoso o arterioso,
quando il sangue (anche in piccole quantità) si coagula all'interno di
un vaso sanguigno, aderisce alla sua parete e lo ostruisce in maniera
parziale o completa, impedendo il flusso del sangue; il coagulo prende
il nome di trombo.
Nella maggior parte dei casi si tratta di difetti o alterazioni di uno o
più fattori della coagulazione del sangue. I geni, oggi noti, di
suscettibilità alla trombosi sono delle varianti geniche che presentano
una tale frequenza nella popolazione da essere considerate delle
varianti polimorfiche.
I geni in considerazione sono quelli relativi al fattore V di Leiden, al
fattore II della coagulazione (protrombina) ed al gene MTHFR
(Metilentetraidrofolatoreduttasi). 

Cosa comprende il test del DNA per la predisposizione genetica a patologie cardiovascolari? 

Riceverai
direttamente a casa tua il kit e le istruzioni per eseguire un corretto
prelievo. Passa il tampone che trovi nel kit all’interno delle guance
per prelevare un campione di cellule epiteliali contenuti nella saliva.
Compila il questionario online, il consenso informativo e la privacy.
Spedisci il tutto all’indirizzo che trovi nelle istruzioni.




P